lunedì 2 febbraio 2009

Alice 20 Mbit, il doppino telefonico e la congestione

Posted in Tecnologia tagged , , , , , , , , , , a 17:54 di hotwine

Chissà quante volte avranno chiamato a casa per proporvi questo fantastico piano per aumentare la vostra velocità di connessione. Ebbene cercherò di spiegare come stanno realmente le cose, cominciando dall’inizio in modo tale che quanto detto sia abbastanza comprensibile anche per chi non ha dimestichezza con la tecnologia. Proprio per questo cercherò di utilizzare un linguaggio quanto di più basso livello possibile, i puristi del settore mi perdoneranno🙂 .

Iniziamo dall’inizio. Come viene pubblicizzata Alice 20 Mbit?

Alice 20 Mega è l’ADSL più veloce, per navigare fino a 20 Mbps e inviare file fino a 1 Mbps. Con Alice 20 Mega sono molto più rapidi l’invio di e-mail, la condivisione di contenuti multimediali, l’aggiornamento dei siti e dei blog. Grazie all’abbonamento mensile, comprensivo di traffico illimitato, la spesa è sempre sotto controllo. Alice 20 Mega è ideale per collegarti ad Internet spesso, per lungo tempo, anche senza fili.

# velocità di navigazione fino a 20 Mega, per accedere rapidamente ai siti di tuo interesse, scaricare velocemente la tua musica e i tuoi film preferiti o ascoltare la tua web radio senza perdere la qualità del suono
# velocità di trasmissione (upload) fino a 1 Mega, per inviare le tue e-mail o condividere file con i tuoi amici in modo ancora più rapido e semplice

Cominciamo col dire un paio di cose.

Che cosa significa velocità in downlink?.

Sono i dati che entrano in ingresso nella vostra linea.
Vi serve principalmente quando prelevate qualcosa dalla rete Internet, per esempio quando scaricate qualcosa dalla rete, oppure quando guardate un sito, quando guardate un video.

Cosa mi rappresentano i 20Mbit pronunciati nell’offerta?

20Mbit/s vuol dire che la navigazione in downlink può (spiegheremo dopo meglio questo grande particolare sottointeso) essere al massimo fino a 20Mbit al secondo. Ciò equivale a dire 2,5 Mbytes/s o circa 2500kbytes/s.

Ma quanti dati ricevo in downlink quando guardo un sito o un video, per esempio su youtube?

La risposta è,quasi sempre pochissimi, in genere al massimo 400kbytes/s, e sono stato molto generoso.

E invece quali sono i casi in cui in downlink ricevo grosse quantità di informazioni?

Ci sono più casi, cercherò di prendere in considerazione i casi più classici.
Esempio , state scaricando l’ultima versione del sistema operativo Linux, prendiamo per esempio la distribuzione Ubuntu, in genere tali file a causa della loro licenza possono essere scaricati tranquillamente e gratuitamente dal sito ufficiale della distribuzione, e poichè i server su cui risiedono tali file spesso hanno a disposizione collegamenti ad alta velocità,
la massima velocità di download dipende da quella del mio collegamento, più alta è, meno ci metto a scaricare il file suddetto. Per capire meglio questo discorso immaginate la rete Internet come una rete di nodi e link che collegano i vari nodi, ci sono due punti, il punto di partenza siete voi, il punto di arrivo è il server in cui risiede il file che volete scaricare. Le richieste partono dal vostro pc, giungono alla centrale Telecom più vicina attraversando il doppino telefonico e da qui vengono instradate attraverso l’infrastruttura (costituita da più collegamenti ad alta velocità, non a doppino) fino al server dove è presente il file, per poi ritornare indietro. In questa architettura c’è un collo di bottiglia, ed è il doppino telefonico. Perchè?
Supponendo che la rete (escluso il doppino) tra me e il server sia costituita da più collegamenti ad alta velocità rispetto a quella del doppino, allora si capisce che aumentando la velocità sul doppino (che prima ho chiamato molto genericamente “mio collegamento”), possa aumentare la velocità di download del mio file.

Ma questo ragionamento lo posso applicare sempre?

No. Nel ragionamento precedente abbiamo sottinteso molte cose, cioè
1-Abbiamo sottinteso che il server su cui è presente il file fosse libero da impedimenti di ogni genere. Nessuno infatti ci assicura che esso non sia sovraccarico da richieste o che non sia libero da problemi di ogni tipo.

2-Abbiamo supposto che sulla rete di collegamenti tra il server e il mio pc (escluso il doppino che ricordo, collega il mio impianto alla centrale Telecom più vicina), le velocità di trasmissione dati sono molto più elevate rispetto al doppino telefonico.

3-Abbiamo supposto che il server su cui risiede il file sia collegato alla rete Internet senza utilizzare doppini telefonici o altri mezzi che ne possano abbassare la velocità di comunicazione, sempre rispetto a quella del doppino.

4-Abbiamo supposto che la rete tra me e il server si trovi in uno stato non congestionato (è una diretta conseguenza della 2). Provate infatti a immaginare una similitudine tra la rete stradale e la rete Internet, quindi di mettervi in viaggio il giorno di ferragosto verso una nota località turistica. La rete Internet (come la strada) potrebbe non gestire un enorme carico di dati in transito.

Quindi ecco che Telecom nel contratto che offre ai suoi clienti pone una clausola,non sempre evidente ai suoi clienti:

“La velocità di navigazione riportata nel Contratto è puramente indicativa. Essa dipende dal livello di congestione della rete e dal server cui il Cliente è collegato, nonché dalle prestazioni del computer in dotazione”

Ora in base a quanto pronunciato prima facciamo un pò l’analisi della situazione:
Supponiamo che il mio pc non sia affetto da prestazioni degradate, e che il server su cui risiede il file che devo prelevare non sia affetto da sovraccarichi e problemi di ogni tipo. Quindi secondo questa clausola del contratto se la velocità del mio collegamento, supponiamo in downlink, non raggiunge quella indicata da Telecom (cioè 20Mbit/s), le cause sarebbero da ricercare nella congestione della rete.

Ma cosa si intende esattamente per congestione della rete?

Nelle reti di calcolatori a commutazione di pacchetto si ha congestione quando il traffico offerto alla rete è vicino o superiore alla capacità della rete.Ciò comporta una serie di meccanismi (come ritardi e scarto di pacchetti che contengono l’informazione),tutto questo influisce sulle velocità di trasmissione e ricezione. Ma la rete come abbiamo detto precedentemente è composta da: nodi e dai link che interconnettono i vari nodi. Supponendo di avere la nostra classica rete che interconnette il mio pc e il server, poco fa l’abbiamo suddivisa in due parti.

Mio pc – Centrale Telefonica (mezzo di trasmissione : doppino telefonico)
Centrale Telefonica – Server (con le ipotesi fatte precedentemente abbiamo supposto che sia realizzata da vari collegamenti tra i vari nodi non con doppini e abbiamo supposto che si possano raggiungere velocità più elevate rispetto al doppino, nella realtà nessuno si sognerebbe di realizzare dorsali Internet tramite doppini telefonici,quindi possiamo prendere questa ipotesi come abbastanza realistica)

Quali sono le cause della congestione?

In una rete autostradale la congestione si verificherebbe in presenza di periodi di vacanze, le velocità dei singoli utenti (gli automobilisti) tenderebbero a diminuire, in alcuni casi la situazione potrebbe degenerare.

Su internet la congestione è un fenomeno molto complesso.Le cause possono essere molteplici: dal buffer limitato dei vari nodi (router) della rete, alle bande limitate (e quindi anche le velocità ) dei vari collegamenti tra nodi , alla lentezza di calcolo delle operazioni da parti dei nodi (router). Il protocollo TCP (a cui dobbiamo l’esistenza di Internet) utilizza un algoritmo per il controllo della congestione, l’algoritmo è utilizzato dal mittente, quindi qualsiasi mittente che vuole inviare dati apre una connessione TCP e avvierà l’algoritmo per il controllo della congestione.
L’idea di questo algoritmo è quella di ridurre il tasso di invio (e quindi la velocità di trasmissione) appena si riscontra uno smarrimento di pacchetto, ciò dunque viene interpretato come evento di congestione.Analogamente se non vengono riscontrate perdite il tasso di invio aumenta. Quindi è proprio grazie a questo algoritmo che in condizioni di congestione, dovrebbe essere garantito il corretto trasferimento delle informazioni, a discapito di una velocità di trasmissione ridotta.

Quindi ricapitolando, precedentemente abbiamo detto che il collo di bottiglia di quest’architettura spesso e volentieri è caratterizzato dal doppino telefonico, inoltre abbiamo anche detto che cause di congestione possono essere i collegamenti a banda (e quindi capacità)ridotta.

Ma perchè il collo di bottiglia è il doppino telefonico?

Bene, prendiamo sempre come riferimento la nostra rete , il nostro server e il mio pc, nelle ipotesi precedenti. Essi sono interconnessi da una varietà di nodi (router) e collegamenti. Questi collegamenti possono essere realizzati in vari modi e utilizzando mezzi di trasmissione diversi: esistono collegamenti in fibra ottica, collegamenti via satellite, e collegamenti utilizzando doppini di rame). Tra questi mezzi il doppino è sicuramente il meno adatto a trasportare dati a elevata velocità.

E allora perchè il gestore delle linee non si decide a cambiare mezzo di trasmissione?

Perchè il doppino anche se è molto meno veloce rispetto alla fibra ha il vantaggio di essere molto meno costoso e soprattutto esiste già nell’infrastruttura di rete. Non c’è dunque bisogno di modifiche significative all’infrastruttura.

E allora questo cosa centra con Alice20Mbit?

Il doppino interconnette il mio impianto con la centrale telefonica Telecom più vicina, è proprio la qualità di questo collegamento (che spesso dipende dalla lunghezza)che incide sull’effettiva velocità. Detto in altre parole, spesso accade che più mi trovo lontano dalla centrale, meno probabilità ho di raggiungere velocità elevate.

Come facciamo a misurare la qualità del mio collegamento?

Si ricorre a vari parametri, tra cui attenuazione e margine di rumore (SNR). Entrambi sono misurati in dB.

Il margine di rumore è il rapporto tra la potenza del segnale S inviato sul mezzo e la potenza del rumore interferente N.

– margine di rumore (SNR) = S/N
Di solito invece di indicare direttamente il rapporto si cita la quantità 10*log10(S/N) che è misurata in decibell(dB).
– log10 = logaritmo in base 10.

Esempio: Se in downlink si ha 35 db SNR è pari a 3162

Il Margine di Rumore dovrebbe essere maggiore di 6 dB.E’ normale che dopo un upgrade della propria ADSL (per esempio da 2 a 7 Mbit) tale valore sia più piccolo rispetto a quello registrato precedentemente. Cosa succede se questo valore raggiunge per esempio i 3-4 dB? Può accadere (come successo a me)che il collegamento si disconnetta frequentemente,oppure in generale,che la qualità del collegamento sia scarsa.

L’attenuazione rappresenta la perdita di energia causata dalla propagazione del segnale attraverso un conduttore (in questo caso il doppino di rame che collega casa vostra alla centrale Telecom più vicina).
Minore è questo valore, e meglio è, significa che il segnale non si è attenuato troppo.
Esempio: Un segnale che si attenua di 1000 volte (cioè il rapporto tra il valore registrato all’inizio del collegamento, ossia alla centrale, e il valore registrato a casa tua),equivale a dire che si attenua di 30dB.

Grazie a http://forum.cached.it/forum/t4244-Come-interpretare-valori-Attenuazione-Margine-Rumore-SNR.html

E in definitiva cosa devo concludere?

Abbiamo messo in luce due elementi fondamentali: la congestione e il doppino telefonico. Il primo è un fenomeno come abbiamo detto prima molto complesso e non facilmente controllabile. Il secondo invece può essere facilmente valutato.
Dunque si potrebbe concludere che l’utente non raggiunge velocità elevate a causa del doppino telefonico. Infatti supponendo di avere una rete vuota e mettendoci nelle stesse ipotesi di sopra, se la qualità del doppino che mi collega alla centrale è molto bassa, preleverò il file dal server a velocità ridotte. Quindi niente congestione, a meno che non consideriamo la congestione una conseguenza della qualità del doppino.

Dunque nel contratto bisognerebbe modificare in questo
“La velocità di navigazione riportata nel Contratto è puramente indicativa. Essa dipende
dal livello di congestione della rete,dalla qualità del doppino telefonico, dal server cui il Cliente è collegato, nonché dalle prestazioni del computer in dotazione”

Ecco i parametri della mia linea,anche io dovrei essere a 20Mbit

Dati del router:
Velocità portante———- 7515 kbps—1042 kbps
Attenuazione linea———– 32 dB——–8.5 dB
Margine di rumore————-11 dB——-11 dB

Come vedete sono appena poco sopra a 7Mbit, ma pago come se avessi 20Mbit

Tutto il materiale che trovate in questo sito appartiene a https://terradelrimorso.wordpress.com. Per qualsiasi utilizzo di esso contattateci.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: